Archivio dei tag amarone

DiTasting Lover

Il nuovo corso “Tecnica della Degustazione”, alla seconda partenza nel 2017

Novità 2017:In occasione dell’inizio del nuovo corso, il 19 aprile, sarà presentata la nuova scheda di valutazione, più semplice ed efficace, più in linea con le esigenze dell’appassionato del vino; inoltre a fine di ogni lezione sarà servito un piatto della tradizione veronese (rigorosamente fatto in casa) in modo da poter sviluppare quello che a non piace definire il salotto Tasting Lover, quattro ciaccole sul vino e dintorni.

Descrizione: Il corso Tecnica della Degustazione è destinato a chi vuole imparare a degustare un vino e chi vuole farlo con metodo, un metodo semplice ma allo stesso tempo tecnico che permetta di degustare ogni vino. Maggiori informazioni

DiTasting Lover

Vivi il Vinitaly!

Vinitaly-2015-locandinaAprile…per la maggior parte delle persone significa primavera, ma per gli amanti del vino è sinonimo di una sola cosa, il Vinitaly, che anche quest’anno arriva puntuale il secondo weekend di aprile e stavolta, alla sua cinquantesima edizione.

Un’esposizione dai grandi numeri che dal 1967 viene organizzata a Verona e che occupa circa 95.000 m² della fiera scaligera, con circa 4000 espositori, italiani ed esteri, e che, anno dopo anno, attira migliaia di visitatori.

Qualcuno ha provato ad accennare all’eventualità di spostare la manifestazione a Milano, rischiando probabilmente di inimicarsi tutti i veronesi e innescare reali movimenti di protesta; hanno provato ad alzare il prezzo a 80 euro, probabilmente nel vano tentativo di rendere l’evento più esclusivo e solo per gli addetti ai lavori; hanno addirittura creato una serie di eventi circostanti extra Vinitaly e nelle giornate che andavano dal venerdì al lunedì sera, più adatte a chi voleva solo godersi la città e qualche buon bicchiere, ed evitare l’ammassamento della fiera.

Ma niente, non c’è stato nulla da fare, il Vinitaly è stato invaso anche quest’anno da persone che di vino se ne intendono, da quelli che volevano solo bere qualche vino particolare, da sommeliers, ristoratori, esportatori, giovani e non che hanno recuperato il biglietto gratuito (non è dato sapere come né da chi, in fondo sono segreti da custodire con cura!), qualcuno che l’avrà pagato la metà o a prezzo intero…ma tutti con il solo scopo di partecipare alla più grande manifestazione di vini e distillati d’Italia e poter dire, io c’ero anche quest’anno! Maggiori informazioni