Archivio dei tag corsi

DiTasting Lover

Siamo pronti a ricominciare la nuova stagione!

Le vacanze stanno giungendo al termine e noi siamo pronti ad affrontare una nuova stagione. Questi mesi di relax ci sono serviti per poter organizzare il prossimo calendario e trovare quella freschezza di novità alle nostre attività. Le novità sono le cose che ci piacciono di più perchè stimolanti e perchè crediamo che oggi non si debba mai stare fermi, soprattutto per noi che siamo sempre alla ricerca di una formula che segua il cambiamento dei consumi e dei gusti e quell’aspetto ludico e di condivisione che sta alla base del mondo del vino e del cibo. per i mesi di settembre e ottobre abbiamo cercato di organizza dei corsi e degli eventi che segnino il dolce passare dalla stagione delle vacanza a quelle invernali senza tanti traumi… 🙂

Inizieremo le attività con una degustazione, goliardica, riservata solamente ai già soci, il 14 settembre. Questa sarà l’occasione per ritrovarsi e iniziare la nuova stagione raccontandoci come sono andate le vacanze attraverso una degustazione costituita dalle bottiglie che abbiamo portato a casa dalle nostre mete turistiche. “Ricordi di vacanza” è appunto questo, cercare di rivivere quei momenti, che se anche sono terminati due giorni fa sembrano tanto lontani, raccontando agli altri le proprie esperienze viste attraverso il vino. Maggiori informazioni

DiTasting Lover

Settembre 2016: parte anche il corso sul viaggio attraverso i vini e i cibi d’Italia!

Corso ItaliaDal 14 settembre per 5 mercoledì Tasting Lover guarderà solo i vini d’Italia e i suoi piatti. Un unico viaggio alla scoperta delle varie zone vinicole italiane divise per regioni ma non solo… I vini saranno sì il focus centrale ma sarà anche l’occasione di raccontare di quei personaggi che hanno talmente creduto in un prodotto a renderlo come oggi lo vediamo. Ad esempio… sapevate che molto probabilmente il Barolo in origine era un vino dolce ed è grazie Giulia Vittorina Colbert de Maulévrier che sposando il Conte Faletti di Barolo riesce a dedicarsi a questo vini trasformandolo da vino povero al grande che oggi conosciamo. L’Italia è ricca di vini ma anche di prodotti d’eccellenza e di una miriade di richette regionali, per questo una valto raccontati i vini passeremo a presentare tutte le Dop e le Igp di ogni regione toccando quelli che sono i punti distintivi dei piatti e delle tradizioni locali. Ovviamente… la lezione non potrà che terminare con l’assaggio di uno dei piatti tipici di una regione presentata nella serata. Per maggiori informazioni puoi leggere il programma e consultare il calendario per scoprire tutte le date.

Scrivici a info@tastinglover.com oppure chiamaci al  389 651 2732.

DiTasting Lover

Focus sul Trentino Alto Adige.

Tasting Lover Trentino Alto AdigeGiovedì 30 giugno sfideremo le temperature estive per presentare nei vini e nei cibi una delle regioni che più ci è a cuore: il Trentino Alto Adige! I piatti saranno rappresentativi e ricercati come la polenta di storo mentre i vini sono stati scelti proponendo alcuni autoctoni, alcuni “importati” ma che hanno trovato nella regione il loro microclima ideale, alcuni internazionali per vedere come il territorio contribuisca alla loro espressione.

Dopo una breve degustazione guidata dei vini presenti nella serata si passerà al gioco dell’assaggio. Avremo 5 vini da continuare ad assaggiare per vedere quello che più ci piace e vedere come si comportano in abbinamento con i piatti proposti. Maggiori informazioni

DiTasting Lover

Vivi il Vinitaly!

Vinitaly-2015-locandinaAprile…per la maggior parte delle persone significa primavera, ma per gli amanti del vino è sinonimo di una sola cosa, il Vinitaly, che anche quest’anno arriva puntuale il secondo weekend di aprile e stavolta, alla sua cinquantesima edizione.

Un’esposizione dai grandi numeri che dal 1967 viene organizzata a Verona e che occupa circa 95.000 m² della fiera scaligera, con circa 4000 espositori, italiani ed esteri, e che, anno dopo anno, attira migliaia di visitatori.

Qualcuno ha provato ad accennare all’eventualità di spostare la manifestazione a Milano, rischiando probabilmente di inimicarsi tutti i veronesi e innescare reali movimenti di protesta; hanno provato ad alzare il prezzo a 80 euro, probabilmente nel vano tentativo di rendere l’evento più esclusivo e solo per gli addetti ai lavori; hanno addirittura creato una serie di eventi circostanti extra Vinitaly e nelle giornate che andavano dal venerdì al lunedì sera, più adatte a chi voleva solo godersi la città e qualche buon bicchiere, ed evitare l’ammassamento della fiera.

Ma niente, non c’è stato nulla da fare, il Vinitaly è stato invaso anche quest’anno da persone che di vino se ne intendono, da quelli che volevano solo bere qualche vino particolare, da sommeliers, ristoratori, esportatori, giovani e non che hanno recuperato il biglietto gratuito (non è dato sapere come né da chi, in fondo sono segreti da custodire con cura!), qualcuno che l’avrà pagato la metà o a prezzo intero…ma tutti con il solo scopo di partecipare alla più grande manifestazione di vini e distillati d’Italia e poter dire, io c’ero anche quest’anno! Maggiori informazioni